LINGUAGGIO PETRARCHESCO E MEMORIA DANTESCA IN DUE CANTI DI LEOPARDI