Vaghezza e connotazioni: elementi di disturbo nelle definizioni terminologiche?