Le finzioni di Leonardo, lo sguardo di Omero