L’inquinamento urbano di origine veicolare, domestico ed industriale espone varie categorie di lavoratori a molteplici agenti chimici dannosi per la salute per cui negli ultimi anni sono state effettuate diverse indagini su vigili urbani, taxisti, guidatori di autobus, poliziotti, edicolanti, benzinai e sulla popolazione generale per una stima dell’esposizione ai principali contaminanti, soprattutto IPA e benzene. Obiettivo. Definire una specifica strategia di campionamento per ottenere delle basi sperimentali sull’esposizione potenziale della popolazione a polveri sospese nell’area comunale di Muggia (TS). Materiali e metodi. È stato analizzato un campione di 14 vigili urbani occupazionalmente esposti che svolgono la loro professione prevalentemente “in strada” e un campione di 13 amministrativi comunali (controllo) che svolgono la loro professione, nelle stesse ore, in ambiente confinato (ufficio). L’esposizione è stata misurata mediante campionatori personali e campionatori ambientali ad alto volume. Si sono inoltre determinati i livelli di 1-idrossipirene e creatinina nei campioni di urine prelevati da tutti i soggetti in esame. Risultati. L’analisi degli IPA ha fornito rapporti diagnostici per l’individuazione delle sorgenti inquinanti. In generale i valori di BaP ottenuti si mantengono al di sotto del limite previsto, con buon accordo tra il monitoraggio ambientale e quello personale. Il dosaggio dell’1-OH pirene rimane entro il valore di fondo (0.089 μmoli/mole di creatinina) per il personale amministrativo, mentre la maggior parte dei dati relativi ai vigili, pur ampiamente al di sotto del valore di prudenza risultano superiori.

Indagine dell'esposizione a polveri ed inquinanti atmosferici di lavoratori outdoor nell'area di Muggia (Trieste)

URBANI, RANIERI;BARBIERI, PIERLUIGI;SIST, PAOLA
2011-01-01

Abstract

L’inquinamento urbano di origine veicolare, domestico ed industriale espone varie categorie di lavoratori a molteplici agenti chimici dannosi per la salute per cui negli ultimi anni sono state effettuate diverse indagini su vigili urbani, taxisti, guidatori di autobus, poliziotti, edicolanti, benzinai e sulla popolazione generale per una stima dell’esposizione ai principali contaminanti, soprattutto IPA e benzene. Obiettivo. Definire una specifica strategia di campionamento per ottenere delle basi sperimentali sull’esposizione potenziale della popolazione a polveri sospese nell’area comunale di Muggia (TS). Materiali e metodi. È stato analizzato un campione di 14 vigili urbani occupazionalmente esposti che svolgono la loro professione prevalentemente “in strada” e un campione di 13 amministrativi comunali (controllo) che svolgono la loro professione, nelle stesse ore, in ambiente confinato (ufficio). L’esposizione è stata misurata mediante campionatori personali e campionatori ambientali ad alto volume. Si sono inoltre determinati i livelli di 1-idrossipirene e creatinina nei campioni di urine prelevati da tutti i soggetti in esame. Risultati. L’analisi degli IPA ha fornito rapporti diagnostici per l’individuazione delle sorgenti inquinanti. In generale i valori di BaP ottenuti si mantengono al di sotto del limite previsto, con buon accordo tra il monitoraggio ambientale e quello personale. Il dosaggio dell’1-OH pirene rimane entro il valore di fondo (0.089 μmoli/mole di creatinina) per il personale amministrativo, mentre la maggior parte dei dati relativi ai vigili, pur ampiamente al di sotto del valore di prudenza risultano superiori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2429717
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact