La qualità dell'esercizio è un parametro fondamentale per la competitività del trasporto ferroviario passeggeri. La crescente saturazione dei nodi e delle linee e la contemporanea necessità di aumentare la regolarità del servizio offerto impongono ai gestori un deciso aumento nella precisione della pianificazione dell'esercizio anche mediante una modellizzazione più accurata delle diverse variabili stocastiche e deterministiche che lo influenzano. In questo contesto, il presente lavoro propone inizialmente una valutazione dei diversi tempi tecnici e dei fenomeni stocastici che possono influire sulla qualità dell'esercizio. In particolare sono stati analizzati i tempi di occupazione e gli intertempi minimi in presenza dei diversi sistemi di distanziamento e sicurezza, quindi le variabilità in partenza, nei tempi di percorrenza e di sosta. Successivamente vengono discussi alcuni provvedimenti da adottare in fase di pianificazione dell’esercizio per limitare le ricadute sulla regolarità di fenomeni e perturbazioni stocastiche. Le diverse variabili sono state analizzate con particolare riferimento al nodo di Lucerna (CH), che è scelto in virtù della topologia relativamente semplice e dell'elevata densità di traffico presente, mentre l’analisi degli effetti di diversi provvedimenti è stata condotta attraverso un modello calibrato di microsimulazione sincrona e stocastica della circolazione ferroviaria.

Un approccio per la determinazione dell'equilibrio tra capacità e regolarità dei servizi ferroviari

LONGO, GIOVANNI;MEDEOSSI, GIORGIO;SANTORINI, FABIO
2008

Abstract

La qualità dell'esercizio è un parametro fondamentale per la competitività del trasporto ferroviario passeggeri. La crescente saturazione dei nodi e delle linee e la contemporanea necessità di aumentare la regolarità del servizio offerto impongono ai gestori un deciso aumento nella precisione della pianificazione dell'esercizio anche mediante una modellizzazione più accurata delle diverse variabili stocastiche e deterministiche che lo influenzano. In questo contesto, il presente lavoro propone inizialmente una valutazione dei diversi tempi tecnici e dei fenomeni stocastici che possono influire sulla qualità dell'esercizio. In particolare sono stati analizzati i tempi di occupazione e gli intertempi minimi in presenza dei diversi sistemi di distanziamento e sicurezza, quindi le variabilità in partenza, nei tempi di percorrenza e di sosta. Successivamente vengono discussi alcuni provvedimenti da adottare in fase di pianificazione dell’esercizio per limitare le ricadute sulla regolarità di fenomeni e perturbazioni stocastiche. Le diverse variabili sono state analizzate con particolare riferimento al nodo di Lucerna (CH), che è scelto in virtù della topologia relativamente semplice e dell'elevata densità di traffico presente, mentre l’analisi degli effetti di diversi provvedimenti è stata condotta attraverso un modello calibrato di microsimulazione sincrona e stocastica della circolazione ferroviaria.
9788856812305
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2722494
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact