Verità e libertà come fondamenti del circolo fenomenologico