Questo lavoro tratta del processo di idrolisi per ottenere il cosiddetto “bioetanolo di seconda generazione”. La materia prima utilizzata per questo prodotto consiste in vari tipi di biomasse verdi, per sostituire la coltivazione di cereali, con evidenti vantaggi per l’ambiente e per l’economia delle produzioni agricole. Per poter raggiungere questo scopo è però necessario migliorare i procedimenti di idrolisi della cellulosa. A questo fine abbiamo sviluppato un procedimento di tipo chimico e testato le rese utilizzando il metodo colorimetrico che impiega come tracciante per gli zuccheri riducenti l’acido bicinconinico.

ottimizzazione della produzione di zuccheri riducenti da biomasse ligno-cellulosiche

CALABRESE, MASSIMO;STANCHER, BRUNO
2011

Abstract

Questo lavoro tratta del processo di idrolisi per ottenere il cosiddetto “bioetanolo di seconda generazione”. La materia prima utilizzata per questo prodotto consiste in vari tipi di biomasse verdi, per sostituire la coltivazione di cereali, con evidenti vantaggi per l’ambiente e per l’economia delle produzioni agricole. Per poter raggiungere questo scopo è però necessario migliorare i procedimenti di idrolisi della cellulosa. A questo fine abbiamo sviluppato un procedimento di tipo chimico e testato le rese utilizzando il metodo colorimetrico che impiega come tracciante per gli zuccheri riducenti l’acido bicinconinico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2756359
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact