Arcangelo Carradori, nativo di Pistoia, fu un missionario francescano, che, dopo un lungo soggior-no in Egitto, al suo ritorno in Italia redasse un manoscritto, datato 1650, contenente due repertori lessicali, uno italo-turco e uno italo-nubiano. Il primo dei due è stato reso accessibile agli studiosi solo ultimamente in virtù dell’ed. Rocchi (2011). Si tratta di un dizionario di mole ingente, che occupa ben 269 carte (538 pagine) del manoscritto, per un ragguardevole totale di circa 16000 lemmi. Nel presente articolo si prendono in esame i vocaboli italiani più interessanti registrati dal Carradori, sia per non risultare documentati altrove e costituire quindi degli hapax, sia per consentire di retrodatarli rispetto alle informazioni fornite dagli usuali repertori storico-lessicografici di riferimento (abbiamo però dato conto di eventuali attestazioni precedenti rintracciate in base alle nostre ricerche), sia per presentare significati particolari che sembrano ignorati dalle altre fonti.

Un importante e misconosciuto lessicografo italiano del Seicento: Arcangelo Carradori

ROCCHI, LUCIANO
2013

Abstract

Arcangelo Carradori, nativo di Pistoia, fu un missionario francescano, che, dopo un lungo soggior-no in Egitto, al suo ritorno in Italia redasse un manoscritto, datato 1650, contenente due repertori lessicali, uno italo-turco e uno italo-nubiano. Il primo dei due è stato reso accessibile agli studiosi solo ultimamente in virtù dell’ed. Rocchi (2011). Si tratta di un dizionario di mole ingente, che occupa ben 269 carte (538 pagine) del manoscritto, per un ragguardevole totale di circa 16000 lemmi. Nel presente articolo si prendono in esame i vocaboli italiani più interessanti registrati dal Carradori, sia per non risultare documentati altrove e costituire quindi degli hapax, sia per consentire di retrodatarli rispetto alle informazioni fornite dagli usuali repertori storico-lessicografici di riferimento (abbiamo però dato conto di eventuali attestazioni precedenti rintracciate in base alle nostre ricerche), sia per presentare significati particolari che sembrano ignorati dalle altre fonti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2767768
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact