La ricerca intende analizzare gli effetti dell’evoluzione demografica in modo comparativo nelle regioni alpine al confine tra Italia e Slovenia, con l’obiettivo di individuare implicazioni, nonché origini e motivazioni del fenomeno dei “newcomers”, ovvero dei “nuovi immigrati”, in genere immigrati “per scelta”, definiti anche di “amenity”, provenienti dalle aree urbane di pianura, contigue alle aree montane. Lo studio vuole quindi studiare le implicazioni socio-economiche di tale movimento, così come gli impatti di tale fenomeno sulle prassi e sugli usi del suolo, sul paesaggio culturale e sull’organizzazione territoriale locale in genere.

Newcomers nelle regioni periferiche delle Alpi. Il caso dell’area di confine tra Italia e Slovenia nelle Alpi Giulie

JELEN, IGOR
2014-01-01

Abstract

La ricerca intende analizzare gli effetti dell’evoluzione demografica in modo comparativo nelle regioni alpine al confine tra Italia e Slovenia, con l’obiettivo di individuare implicazioni, nonché origini e motivazioni del fenomeno dei “newcomers”, ovvero dei “nuovi immigrati”, in genere immigrati “per scelta”, definiti anche di “amenity”, provenienti dalle aree urbane di pianura, contigue alle aree montane. Lo studio vuole quindi studiare le implicazioni socio-economiche di tale movimento, così come gli impatti di tale fenomeno sulle prassi e sugli usi del suolo, sul paesaggio culturale e sull’organizzazione territoriale locale in genere.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2768735
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 4
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact