L’abitare delle donne e il loro ruolo di costruttrici e progettiste di spazio può arricchire un vocabolario progettuale capace di ri-configurare ambiti comuni. Le sequenze spaziali e temporali che raccontano la quotidianità delle donne e i loro percorsi di vita, intessono reti che attraversano soglie e allargano la percezione della “domesticità” verso l’esterno, mettendo in luce spazi che favoriscono lo scambio tra pubblico e privato e che diviengono risorsa per progetti di riqualificazione. A partire da una riflessione sui soggetti che abitano, curano e trasformano lo spazio del quotidiano, in primis le donne, il testo sostiene che simili prospettive di ricerca possano suggerire ai progettisti temi di lavoro per una nuova abitabilità realmente inclusiva, perchè capace di accogliere la pluralità di persone e pratiche che, ogni giorno, ridisegnano confini e soglie nei ‘territori domestici’.

Abitare lo spazio comune: quotidianità, cura, progetto

DI BIAGI, Paola
2014-01-01

Abstract

L’abitare delle donne e il loro ruolo di costruttrici e progettiste di spazio può arricchire un vocabolario progettuale capace di ri-configurare ambiti comuni. Le sequenze spaziali e temporali che raccontano la quotidianità delle donne e i loro percorsi di vita, intessono reti che attraversano soglie e allargano la percezione della “domesticità” verso l’esterno, mettendo in luce spazi che favoriscono lo scambio tra pubblico e privato e che diviengono risorsa per progetti di riqualificazione. A partire da una riflessione sui soggetti che abitano, curano e trasformano lo spazio del quotidiano, in primis le donne, il testo sostiene che simili prospettive di ricerca possano suggerire ai progettisti temi di lavoro per una nuova abitabilità realmente inclusiva, perchè capace di accogliere la pluralità di persone e pratiche che, ogni giorno, ridisegnano confini e soglie nei ‘territori domestici’.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2786724
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact