L'irredentismo e la scelta di guerra in Serbia, Bulgaria e Romania