Viene discussa la storia della protezione della natura sul Carso triestino, a partire dalla legge Belci, fino ad arrivare alla recente individuazione dei geositi e alla loro distribuzione areale in rapporto con le litologie principali. Viene evidenziato come geositi e fenomeni carsici ipogei non godano per ora di alcun tipo di vincolo. Si segnalano alcuni esempi di geositi che pur essendo all'interno di aree protette per la biodiversità, risultano alterati.

Geodiversità e conservazione della natura sul Carso triestino

FINOCCHIARO, FURIO;CUCCHI, FRANCO
2014

Abstract

Viene discussa la storia della protezione della natura sul Carso triestino, a partire dalla legge Belci, fino ad arrivare alla recente individuazione dei geositi e alla loro distribuzione areale in rapporto con le litologie principali. Viene evidenziato come geositi e fenomeni carsici ipogei non godano per ora di alcun tipo di vincolo. Si segnalano alcuni esempi di geositi che pur essendo all'interno di aree protette per la biodiversità, risultano alterati.
www.caisag.ts.it/attachments/article/12/ALPI%20GIULIE%20suppl.%20-%20dic%202014%20-%20Atti%20convegno.pdf
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
11368 2833529_Finocchiaro_Geodiversità e conservazione della natura sul Carso triestino.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 5.49 MB
Formato Adobe PDF
5.49 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2833529
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact