Da che parte sta il formalismo? Fra ermeneutica e realismo giuridico