Viene presentata una prima analisi esplorativa di alcune fotografie riprese da un pallone aerostatico, utilizzando la statistica spaziale (point pattern analysis). L’obiettivo è stato quello di evidenziare alcune zone di aggregazione delle persone in uno spazio pubblico cittadino, in occasione di una manifestazione a carattere scientifico/culturale, Trieste Next tenutasi a Trieste, tra il 26 ed il 28 settembre 2014. Tra le diverse attività proposte dall’Università di Trieste nel villaggio scientifico di Piazza Unità d’Italia, è stata allestita una postazione esterna ai tendoni, dedicata al Balloon mapping, per la quale si sono organizzati alcuni voli dimostrativi per i visitatori. Alcuni fotogrammi dalle riprese effettuate sono stati elaborati in modo da ricavarne dei layer vettoriali, riportanti le posizioni dei visitatori in diversi momenti tra gli stand della manifestazione. Da questilayer vettoriali sono state ricavate delle mappe di densità, utilizzando il metodo statistico denominato Kernel Density Estimation (KDE). I vari layer raster di densità sono stati aggregati mediante somma algebrica dei valori dei pixel di ciascun layer. Il risultato è stato quello di ottenere una mappa di sintesi delle aree preferite dai visitatori nel villaggio, che ha evidenziato la presenza alcune aree “calde” (hot spots).

Analisi esplorative delle preferenze dei visitatori di una manifestazione culturale in uno spazio urbano utilizzando il Balloon mapping e la statistica spaziale. Il caso di Trieste Next

FAVRETTO, ANDREA
;
MAURO, GIOVANNI
2015

Abstract

Viene presentata una prima analisi esplorativa di alcune fotografie riprese da un pallone aerostatico, utilizzando la statistica spaziale (point pattern analysis). L’obiettivo è stato quello di evidenziare alcune zone di aggregazione delle persone in uno spazio pubblico cittadino, in occasione di una manifestazione a carattere scientifico/culturale, Trieste Next tenutasi a Trieste, tra il 26 ed il 28 settembre 2014. Tra le diverse attività proposte dall’Università di Trieste nel villaggio scientifico di Piazza Unità d’Italia, è stata allestita una postazione esterna ai tendoni, dedicata al Balloon mapping, per la quale si sono organizzati alcuni voli dimostrativi per i visitatori. Alcuni fotogrammi dalle riprese effettuate sono stati elaborati in modo da ricavarne dei layer vettoriali, riportanti le posizioni dei visitatori in diversi momenti tra gli stand della manifestazione. Da questilayer vettoriali sono state ricavate delle mappe di densità, utilizzando il metodo statistico denominato Kernel Density Estimation (KDE). I vari layer raster di densità sono stati aggregati mediante somma algebrica dei valori dei pixel di ciascun layer. Il risultato è stato quello di ottenere una mappa di sintesi delle aree preferite dai visitatori nel villaggio, che ha evidenziato la presenza alcune aree “calde” (hot spots).
Pubblicato
https://www.openstarts.units.it/handle/10077/11652
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Favretto_Mauro155_1.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 4.68 MB
Formato Adobe PDF
4.68 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2846135
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact