Il numero 11 di QuaderniCIRD, a conferma del carattere multidisciplinare della rivista, propone dei contributi molto diversi per quanto riguarda i temi trattati, ma accomunati dall’interesse per la didattica. Nella prima parte sono proposti due articoli. Il primo, di Giuseppina Scavuzzo, descrive un’esperienza didattica universitaria svolta nel Corso di Studi in Scienze dell’Architettura dell’Università di Trieste, consistente in una visita alla 14° Biennale di Architettura di Venezia, nella quale si evidenziava che i fenomeni riguardanti lo spazio e la sua trasformazione tramite l’architettura possono avere implicazioni non solo simboliche, funzionali ed estetiche, ma anche ambientali, sociali, economiche e politiche. L’autrice propone alcuni spunti da utilizzare a livello universitario e pre-universitario, per rendere analoghe esperienze didattiche occasione di riflessione sulle scelte e responsabilità dell’uomo nella trasformazione dello spazio, dalla dimensione del domestico a quella urbana e del territorio. Nel secondo articolo, di Claudia Caprin e Verena Zudini, si esaminano gli aspetti del pensiero di Lev Vygotskij relativi alle influenze storico-culturali sulle modalità di funzionamento cognitivo umano, con attinenza alla psicologia dello sviluppo e dell’educazione, nonché alla didattica. Le autrici evidenziano che, nonostante alcune delle osservazioni dello psicologo russo siano state incorporate all’interno di moderne teorie dell’apprendimento e siano utilizzate nei campi didattici più disparati, dall’insegnamento della lettura e della scrittura a quello della matematica, altre restano ancora da analizzare e mettere a frutto. La seconda parte del numero contiene tre contributi. Il primo consiste in una recensione, ricca di osservazioni didattiche, del video documentario "GEOPARC Bletterbach. Auf den Spuren der Saurier / On the Trail of PrehistoricReptiles / Sulle orme dei sauri", un sussidio audiovisivo in tre lingue (tedesca, inglese, italiana) sulle peculiarità del Geoparc Bletterbach, un’area protetta di notevole interesse scientifico (dai punti di vista geologico e geomorfologico), didattico e divulgativo, inserita a partire dal 2009 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Nel secondo contributo si riporta un resoconto sullo svolgimento delle Giornate di Studi Didattiche sinergiche per la formazione dei docenti delle Scuole secondarie - L’esperienza dei PAS scientifici attivati dall’Università degli Studi di Trieste (Trieste, Università degli Studi, 21-22 aprile 2015), realizzate allo scopo di fare il punto sulla formazione iniziale, nell’Ateneo triestino, degli insegnanti di discipline scientifiche nella Scuola secondaria. Il terzo e ultimo contributo riporta un resoconto sullo svolgimento della Giornata di formazione per docenti di scuola secondaria di secondo grado "L’irragionevole efficacia della matematica: dalle geometrie non euclidee alla teoria dei giochi" (Trieste, Università degli Studi, 16 ottobre 2015), un’iniziativa organizzata in stretta collaborazione dai Progetti locali del PLS - Piano nazionale Lauree Scientifiche delle Università di Trieste e di Udine (Chimica, Fisica e Matematica e Statistica) e dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia.

QuaderniCIRD n. 11 (2015)

ZUCCHERI, LUCIANA;LOZANO MIRALLES, HELENA;STOPPA, MICHELE;SORZIO, PAOLO;FINOCCHIARO, FURIO
2015

Abstract

Il numero 11 di QuaderniCIRD, a conferma del carattere multidisciplinare della rivista, propone dei contributi molto diversi per quanto riguarda i temi trattati, ma accomunati dall’interesse per la didattica. Nella prima parte sono proposti due articoli. Il primo, di Giuseppina Scavuzzo, descrive un’esperienza didattica universitaria svolta nel Corso di Studi in Scienze dell’Architettura dell’Università di Trieste, consistente in una visita alla 14° Biennale di Architettura di Venezia, nella quale si evidenziava che i fenomeni riguardanti lo spazio e la sua trasformazione tramite l’architettura possono avere implicazioni non solo simboliche, funzionali ed estetiche, ma anche ambientali, sociali, economiche e politiche. L’autrice propone alcuni spunti da utilizzare a livello universitario e pre-universitario, per rendere analoghe esperienze didattiche occasione di riflessione sulle scelte e responsabilità dell’uomo nella trasformazione dello spazio, dalla dimensione del domestico a quella urbana e del territorio. Nel secondo articolo, di Claudia Caprin e Verena Zudini, si esaminano gli aspetti del pensiero di Lev Vygotskij relativi alle influenze storico-culturali sulle modalità di funzionamento cognitivo umano, con attinenza alla psicologia dello sviluppo e dell’educazione, nonché alla didattica. Le autrici evidenziano che, nonostante alcune delle osservazioni dello psicologo russo siano state incorporate all’interno di moderne teorie dell’apprendimento e siano utilizzate nei campi didattici più disparati, dall’insegnamento della lettura e della scrittura a quello della matematica, altre restano ancora da analizzare e mettere a frutto. La seconda parte del numero contiene tre contributi. Il primo consiste in una recensione, ricca di osservazioni didattiche, del video documentario "GEOPARC Bletterbach. Auf den Spuren der Saurier / On the Trail of PrehistoricReptiles / Sulle orme dei sauri", un sussidio audiovisivo in tre lingue (tedesca, inglese, italiana) sulle peculiarità del Geoparc Bletterbach, un’area protetta di notevole interesse scientifico (dai punti di vista geologico e geomorfologico), didattico e divulgativo, inserita a partire dal 2009 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Nel secondo contributo si riporta un resoconto sullo svolgimento delle Giornate di Studi Didattiche sinergiche per la formazione dei docenti delle Scuole secondarie - L’esperienza dei PAS scientifici attivati dall’Università degli Studi di Trieste (Trieste, Università degli Studi, 21-22 aprile 2015), realizzate allo scopo di fare il punto sulla formazione iniziale, nell’Ateneo triestino, degli insegnanti di discipline scientifiche nella Scuola secondaria. Il terzo e ultimo contributo riporta un resoconto sullo svolgimento della Giornata di formazione per docenti di scuola secondaria di secondo grado "L’irragionevole efficacia della matematica: dalle geometrie non euclidee alla teoria dei giochi" (Trieste, Università degli Studi, 16 ottobre 2015), un’iniziativa organizzata in stretta collaborazione dai Progetti locali del PLS - Piano nazionale Lauree Scientifiche delle Università di Trieste e di Udine (Chimica, Fisica e Matematica e Statistica) e dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CIRD_11.pdf

accesso aperto

Descrizione: Numero completo della rivista QuaderniCIRD n. 11 (2015)
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 41.97 MB
Formato Adobe PDF
41.97 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2848961
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact