Diritto globale e metodologia comparativa: verso un approccio verticale?