L'imposta retroattiva sulle buonuscite ai pubblici dipendenti collocati a riposo è stata ritenuta dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo contraria ai principi della convenzione, per violazione dell'art. 1 del Protocollo n. 1 sul diritto dei singoli al rispetto dei propri beni. Si evidenziano nell'articolo i limiti dell'azione pubblica finalizzata al contenimento della spesa con misure sostanzialmente di carattere tributario che incidono su "aspettative legittime"

Ancora su tagli retributivi nel settore pubblico, imposte confiscatorie e tutela dei diritti proprietari

STEVANATO, DARIO
2014

Abstract

L'imposta retroattiva sulle buonuscite ai pubblici dipendenti collocati a riposo è stata ritenuta dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo contraria ai principi della convenzione, per violazione dell'art. 1 del Protocollo n. 1 sul diritto dei singoli al rispetto dei propri beni. Si evidenziano nell'articolo i limiti dell'azione pubblica finalizzata al contenimento della spesa con misure sostanzialmente di carattere tributario che incidono su "aspettative legittime"
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2861019
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact