In riferimento al reato di "atti persecutori", di cui all'art. 612-bis del codice penale, comunemente definiti come stalking, viene definito il grave stato d'ansia cagionato nella vittima dal comportamento criminoso dell'agente fino a costringerlo a mutare consuetudini di vita.

Stato d’ansia nello stalking: alcune precisazioni di rilievo

PITTARO, PAOLO
2015

Abstract

In riferimento al reato di "atti persecutori", di cui all'art. 612-bis del codice penale, comunemente definiti come stalking, viene definito il grave stato d'ansia cagionato nella vittima dal comportamento criminoso dell'agente fino a costringerlo a mutare consuetudini di vita.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Stato d’ansia nello stalking-alcune precisazioni di rilievo.pdf

non disponibili

Descrizione: pdf nota a sentenza
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 19.77 kB
Formato Adobe PDF
19.77 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2864347
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact