L'imposizione sul patrimonio è spesso stata giustificata alla stregua di una imposizione sui redditi di fonte patrimoniale, secondo il principio di equivalenza e la teoria della discriminazione qualitativa, mentre le raccomandazioni in ordine alla sua mitezza hanno sullo sfondo il timore di un'erosione delle fonti produttive. Negli attuali sistemi di tassazione, che pongono al centro l'imposta sul reddito, alla tassazione dei patrimoni è assegnato un ruolo residuale, di redistribuzione delle ricchezze e riequilibrio rispetto ai redditi non tassati

L'imposta patrimoniale, da strumento di "differenziazione" a correttivo nei confronti di redditi non tassati

STEVANATO, DARIO
2015

Abstract

L'imposizione sul patrimonio è spesso stata giustificata alla stregua di una imposizione sui redditi di fonte patrimoniale, secondo il principio di equivalenza e la teoria della discriminazione qualitativa, mentre le raccomandazioni in ordine alla sua mitezza hanno sullo sfondo il timore di un'erosione delle fonti produttive. Negli attuali sistemi di tassazione, che pongono al centro l'imposta sul reddito, alla tassazione dei patrimoni è assegnato un ruolo residuale, di redistribuzione delle ricchezze e riequilibrio rispetto ai redditi non tassati
DIALOGHI TRIBUTARI
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Imposta patrimoniale.pdf

non disponibili

Descrizione: PDF versione editoriale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 164.07 kB
Formato Adobe PDF
164.07 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2874078
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact