Cibo, spazi, corpi. Spunti per una riflessione sull’abitare quotidiano nella città pubblica, e oltre