L'articolo analizza la frammentazione e compenetrazione di paesaggi nell'area di confine tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia compresa tra Redipuglia, Villesse, Gradisca e il Collio, utilizzando il concetto di 'exopolis' di Soja. Applicando tecniche di osservazione participante, interviste sul campo, analisi visuale e testuale, la ricerca riporta e analizza i diversi paesaggi segnati dalla storia della grande guerra, dalla trasformazione dell'area di confine al termine della guerra fredda, con riutilizzo degli spazi militari, abbandono e costruzione di aree commerciali. Il recente insediamento di richiedenti asilo provenienti dalla rotta balcanica e le pratiche sociali in questi spazi pubblici determinano una sovrapposizione e contaminazione di paesaggi di abbandono, commercio, turismo, campagna, militarizzazione, dove le diverse funzioni sociali dei luoghi non si intersecano, ma producono una frammentazione del paesaggio con polarità e ineguaglianze sociali, arrocamenti difensivi, aree abbandonate e altre candidate all'Unesco come patrimonio dell'umanità.

Exopolis reloaded: fragmented landscapes and no man's lands in a North-Eastern Italian border region

ALTIN, ROBERTA;
2017

Abstract

L'articolo analizza la frammentazione e compenetrazione di paesaggi nell'area di confine tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia compresa tra Redipuglia, Villesse, Gradisca e il Collio, utilizzando il concetto di 'exopolis' di Soja. Applicando tecniche di osservazione participante, interviste sul campo, analisi visuale e testuale, la ricerca riporta e analizza i diversi paesaggi segnati dalla storia della grande guerra, dalla trasformazione dell'area di confine al termine della guerra fredda, con riutilizzo degli spazi militari, abbandono e costruzione di aree commerciali. Il recente insediamento di richiedenti asilo provenienti dalla rotta balcanica e le pratiche sociali in questi spazi pubblici determinano una sovrapposizione e contaminazione di paesaggi di abbandono, commercio, turismo, campagna, militarizzazione, dove le diverse funzioni sociali dei luoghi non si intersecano, ma producono una frammentazione del paesaggio con polarità e ineguaglianze sociali, arrocamenti difensivi, aree abbandonate e altre candidate all'Unesco come patrimonio dell'umanità.
Pubblicato
LANDSCAPE RESEARCH
http://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/01426397.2017.1290792
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Exopolis reloaded fragmented landscapes and no man s lands in a North Eastern Italian border region.pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo pubblicato online
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.16 MB
Formato Adobe PDF
2.16 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2892394
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 5
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 4
social impact