L'articolo analizza le implicazioni giuridiche della sentenza pronunciate nel dicembre 2009 dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo sul caso Sejdic-Finci vs Bosnia-Erzegovina e le conseguenze sull'allargamento dell'UE al Paese balcanico. La sentenza non ha ancora trovato applicazione nonostante numerose sollecitazioni ricevute dalla Corte negli ultimi sette anni. Risulta interessante come questo caso - connesso all'eventuale partecipazione alle elezioni presidenziali di membri di altre comunità etniche che vivono in Bosnia-Erzegovina, attualmente impossibile a causa di disposizioni costituzionali vigenti, che consentono solo a croati, serbi e bosniaci di essere eletti come Presidente della Confederazione - abbia sollevato una serie di questioni connesse sia con le modifiche costituzionali da attuare da parte della Bosnia, alla luce dello stato di diritto, del principio di non discriminazione e della protezione delle minoranze e dei problemi della Bosnia si trova ad affrontare nel suo processo di adesione alla UE, rappresentata da un rallentamento dei negoziati tra Sarajevo e Bruxelles e da un continuo richiamo del principio di “condizionalità” da parte delle istituzioni dell'UE.

Il principio di “condizionalità” nei processi di allargamento dell’UE: la Bosnia-Erzegovina ed il caso Sejdic-Finci

BENEDETTI, EZIO
2017

Abstract

L'articolo analizza le implicazioni giuridiche della sentenza pronunciate nel dicembre 2009 dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo sul caso Sejdic-Finci vs Bosnia-Erzegovina e le conseguenze sull'allargamento dell'UE al Paese balcanico. La sentenza non ha ancora trovato applicazione nonostante numerose sollecitazioni ricevute dalla Corte negli ultimi sette anni. Risulta interessante come questo caso - connesso all'eventuale partecipazione alle elezioni presidenziali di membri di altre comunità etniche che vivono in Bosnia-Erzegovina, attualmente impossibile a causa di disposizioni costituzionali vigenti, che consentono solo a croati, serbi e bosniaci di essere eletti come Presidente della Confederazione - abbia sollevato una serie di questioni connesse sia con le modifiche costituzionali da attuare da parte della Bosnia, alla luce dello stato di diritto, del principio di non discriminazione e della protezione delle minoranze e dei problemi della Bosnia si trova ad affrontare nel suo processo di adesione alla UE, rappresentata da un rallentamento dei negoziati tra Sarajevo e Bruxelles e da un continuo richiamo del principio di “condizionalità” da parte delle istituzioni dell'UE.
Pubblicato
https://www.unikore.it/media/k2/attachments/Benedetti_caso_Sejdic-Finci_Koreuropa.pdf
https://www.unikore.it/index.php/numero-10/benedetti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Benedetti_caso_Sejdic-Finci_Koreuropa 2017.pdf

non disponibili

Descrizione: Condizionalità e sentenza Sejdic-Finci
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 309.49 kB
Formato Adobe PDF
309.49 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2898441
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact