Il lavoro, prendendo spunto dai provvedimenti di diniego da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) delle richieste di assegno di natalità presentate da cittadini extracomunitari, affronta le tematiche inerenti il rapporto tra diritto dell’Unione Europea e diritto nazionale in tema di parità di trattamento tra cittadini comunitari e extracomunitari e di divieto di discriminazione, con particolare riferimento alla tutela civilistica contro la condotta discriminatoria.

L’assegno di natalità tra normativa interna e europea: discriminatorio non concederlo ai migranti

VENCHIARUTTI, ANGELO
2017

Abstract

Il lavoro, prendendo spunto dai provvedimenti di diniego da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) delle richieste di assegno di natalità presentate da cittadini extracomunitari, affronta le tematiche inerenti il rapporto tra diritto dell’Unione Europea e diritto nazionale in tema di parità di trattamento tra cittadini comunitari e extracomunitari e di divieto di discriminazione, con particolare riferimento alla tutela civilistica contro la condotta discriminatoria.
Pubblicato
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
VENCHIARUTTI Assegno di maternità.pdf

non disponibili

Descrizione: Contributo in rivista
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 348.96 kB
Formato Adobe PDF
348.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2904977
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact