PREMESSA: il rifiuto del cibo (FR) può dipendere da condizioni organiche come la malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) e l’allergia alimentare (AA). Recenti scoperte hanno dimostrato l’impropria diagnosi di MRGE o AA. Una diagnosi di MRGE o AA non appropriata può portare al rifiuto del cibo iatrogeno. SCOPI: valutare se una diagnosi impropria di MRGE e/o di AA può indurre il rifiuto del cibo in lattanti e bambini. MATERIALI E METODOLOGIA: tutti i bambini cui è stato diagnosticato un disturbo FR all’unità pediatrica delll’IRCCS “Burlo Garofolo” di Trieste (Italia) tra gennaio 2009 e dicembre 2013 sono stati presi in esame. In base alla diagnosi finale tutti i pazienti sono stati divisi in 2 gruppi: FR organici e funzionali / comportamentali. Tra i pazienti FR funzionali / comportamentali è stato individuato e descritto un terzo gruppo di pazienti con una precedente diagnosi impropria di MRGE e/o AA. Sono stati esclusi bambini e adolescenti con una diagnosi di dimissione di anoressia nervosa. I dati clinici sono stati esaminati con analisi multivariate. I pazienti classificati come FR non organico sono stati contattati per una valutazione telefonica di follow-up. RISULTATI: il gruppo oggetto di studio consiste di di 186 pazienti. 83 pazienti su 186 (45%) presentavano una condizione organica sottostante, mentre 103 (65%) presentavano un FR funzionale / comportamentale. All’interno di questo gruppo 36 pazienti (19,3%) presentavano un FR funzionale, mentre 67 (36,1%) casi di FR apparivano relazionati con una diagnosi di MRGE o AA non appropriata e venivano quindi definiti iatrogeni. In questo sotto-gruppo di pazienti, MRGE e AA sono quindi stati esclusi, ogni terapia sospesa e l’alimentazione libera reintrodotta senza nessun problema clinico. Al momento della dimissione tutti i bambini tolleravano una dieta normale senza terapia. A seguito della valutazione telefonica di follow-up nell’ambito del sotto-gruppo di pazienti iatrogeni il 93% dei genitori non ha riferito nessun sintomo imputabile a MRGE o AA. CONCLUSIONI: una diagnosi di MRGE o AA non appropriata può comportare un grave rifiuto del cibo con rallentamento della crescita. Questa condizione è stata definita "Sindrome del reflusso e dell'allergia fantasma del lattante" (IGARIS).

IGARIS (Iatrogenic Ghost Allergy and Reflux Infant Sindrome): una nuova forma iatrogenica di rifiuto del cibo

Taddio, Andrea
;
Barbi, Egidio;Maschio, Massimo;Bramuzzo, Matteo;Ventura, Alessandro
2017

Abstract

PREMESSA: il rifiuto del cibo (FR) può dipendere da condizioni organiche come la malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) e l’allergia alimentare (AA). Recenti scoperte hanno dimostrato l’impropria diagnosi di MRGE o AA. Una diagnosi di MRGE o AA non appropriata può portare al rifiuto del cibo iatrogeno. SCOPI: valutare se una diagnosi impropria di MRGE e/o di AA può indurre il rifiuto del cibo in lattanti e bambini. MATERIALI E METODOLOGIA: tutti i bambini cui è stato diagnosticato un disturbo FR all’unità pediatrica delll’IRCCS “Burlo Garofolo” di Trieste (Italia) tra gennaio 2009 e dicembre 2013 sono stati presi in esame. In base alla diagnosi finale tutti i pazienti sono stati divisi in 2 gruppi: FR organici e funzionali / comportamentali. Tra i pazienti FR funzionali / comportamentali è stato individuato e descritto un terzo gruppo di pazienti con una precedente diagnosi impropria di MRGE e/o AA. Sono stati esclusi bambini e adolescenti con una diagnosi di dimissione di anoressia nervosa. I dati clinici sono stati esaminati con analisi multivariate. I pazienti classificati come FR non organico sono stati contattati per una valutazione telefonica di follow-up. RISULTATI: il gruppo oggetto di studio consiste di di 186 pazienti. 83 pazienti su 186 (45%) presentavano una condizione organica sottostante, mentre 103 (65%) presentavano un FR funzionale / comportamentale. All’interno di questo gruppo 36 pazienti (19,3%) presentavano un FR funzionale, mentre 67 (36,1%) casi di FR apparivano relazionati con una diagnosi di MRGE o AA non appropriata e venivano quindi definiti iatrogeni. In questo sotto-gruppo di pazienti, MRGE e AA sono quindi stati esclusi, ogni terapia sospesa e l’alimentazione libera reintrodotta senza nessun problema clinico. Al momento della dimissione tutti i bambini tolleravano una dieta normale senza terapia. A seguito della valutazione telefonica di follow-up nell’ambito del sotto-gruppo di pazienti iatrogeni il 93% dei genitori non ha riferito nessun sintomo imputabile a MRGE o AA. CONCLUSIONI: una diagnosi di MRGE o AA non appropriata può comportare un grave rifiuto del cibo con rallentamento della crescita. Questa condizione è stata definita "Sindrome del reflusso e dell'allergia fantasma del lattante" (IGARIS).
Pubblicato
https://www.medicoebambino.com/?id=1709_571.pdf
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MedicoeBambino_1709_571.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 201.53 kB
Formato Adobe PDF
201.53 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2916024
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact