Tra i tanti film progettati e non realizzati di cui è disseminata la storia del cinema, figura l'adattamento della novella di Verga, "L'amante di Gramigna", che avrebbe dovuto costituire l'esordio di Luchino Visconti. Il progetto, formulato dal regista con Giuseppe De Santis nel 1941, si concretò nella stesura di una sceneggiatura. Tale inedito documento d'archivio, provvisto di un dettagliato découpage, ben prefigura quale film avrebbe potuto scaturire se il progetto che gli autori avevano in mente non fosse stato bocciato dal regime fscista.

"Gramigna", una cicatrice di rimpianto

Luciano De Giusti
2017-01-01

Abstract

Tra i tanti film progettati e non realizzati di cui è disseminata la storia del cinema, figura l'adattamento della novella di Verga, "L'amante di Gramigna", che avrebbe dovuto costituire l'esordio di Luchino Visconti. Il progetto, formulato dal regista con Giuseppe De Santis nel 1941, si concretò nella stesura di una sceneggiatura. Tale inedito documento d'archivio, provvisto di un dettagliato découpage, ben prefigura quale film avrebbe potuto scaturire se il progetto che gli autori avevano in mente non fosse stato bocciato dal regime fscista.
Pubblicato
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Gramigna, una cicatrice di rimpianto.pdf

Accesso chiuso

Descrizione: Primo articolo della sezione Asterischi
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 163.85 kB
Formato Adobe PDF
163.85 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/2917101
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact