Sindrome di Rokitansky e dintorni: cosa deve sapere il pediatra