Questa ricerca ha l'obiettivo di ricostruire il network commerciale di Ragusa in un secolo determinante per la sua storia e per quella dell'intero bacino adriatico, durante il quale dovette gestire il distacco da Venezia (1358) e provare a destreggiarsi in occasione dei ripetuti scontri tra le varie potenze regionali nei decenni successivi. A tal fine si è deciso di fare particolare affidamento all'ampia documentazione notarile inedita conservata nell'Archivio di Dubrovnik, integrandola con le fonti pubbliche edite e inedite (statuti, delibere consiliari, corrispondenza con l’estero). Ad ogni mercato mediterraneo frequentato da imbarcazioni e mercanti ragusei è stato dedicato un singolo capitolo, provando a tracciare - pur consapevoli dei limiti delle fonti disponibili - le caratteristiche e l'evoluzione dei suoi traffici. Sono stati sottolineati gli elementi di continuità tra la prima e la seconda metà del Trecento, la complementarietà tra i vari mercati mediterranei e l'importanza del contributo degli operatori stranieri per lo sviluppo commerciale della città dalmata alle porte del Quattrocento. La ricerca ha un taglio prettamente quantitativo e vuole offrire uno strumento per una migliore comprensione delle dinamiche degli scambi adriatici dalla prospettiva di una medio-piccola realtà mercantile.

Lo Spazio Commerciale Marittimo di Ragusa (Dubrovnik) nel Trecento

VILLANTI, NICOLÒ
2019-03-29T00:00:00+01:00

Abstract

Questa ricerca ha l'obiettivo di ricostruire il network commerciale di Ragusa in un secolo determinante per la sua storia e per quella dell'intero bacino adriatico, durante il quale dovette gestire il distacco da Venezia (1358) e provare a destreggiarsi in occasione dei ripetuti scontri tra le varie potenze regionali nei decenni successivi. A tal fine si è deciso di fare particolare affidamento all'ampia documentazione notarile inedita conservata nell'Archivio di Dubrovnik, integrandola con le fonti pubbliche edite e inedite (statuti, delibere consiliari, corrispondenza con l’estero). Ad ogni mercato mediterraneo frequentato da imbarcazioni e mercanti ragusei è stato dedicato un singolo capitolo, provando a tracciare - pur consapevoli dei limiti delle fonti disponibili - le caratteristiche e l'evoluzione dei suoi traffici. Sono stati sottolineati gli elementi di continuità tra la prima e la seconda metà del Trecento, la complementarietà tra i vari mercati mediterranei e l'importanza del contributo degli operatori stranieri per lo sviluppo commerciale della città dalmata alle porte del Quattrocento. La ricerca ha un taglio prettamente quantitativo e vuole offrire uno strumento per una migliore comprensione delle dinamiche degli scambi adriatici dalla prospettiva di una medio-piccola realtà mercantile.
FIGLIUOLO, BRUNO
31
2017/2018
Settore M-STO/01 - Storia Medievale
Università degli Studi di Trieste
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Villanti - Lo spazio commerciale marittimo di Ragusa nel Trecento.pdf

embargo fino al 28/03/2020

Descrizione: Lo Spazio Commerciale Marittimo di Ragusa (Dubrovnik) nel Trecento
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 6.11 MB
Formato Adobe PDF
6.11 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2991067
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact