Lo stroke ischemico, evento raro nei bambini, rimane gravato da mortalità e sequele a distanza. In letteratura si è assistito a un aumento di segnalazioni di un uso efficace della terapia trombolitica in pazienti pediatrici, soprattutto adolescenti. In questo articolo, a partire da tre casi clinici, si propongono alcune riflessioni sulla possibilità di estendere le terapie iperacute dello stroke anche alla popolazione pediatrica, suggerendo un elevato indice di sospetto clinico nei confronti dei cosidetti “stroke mimic”.

Stroke ischemico e terapie iperacute nel bambino e nell’adolescente visti da un Pronto Soccorso pediatrico e da uno dell’adulto

Occhipinti A. A.
;
Barbi E.;
2022

Abstract

Lo stroke ischemico, evento raro nei bambini, rimane gravato da mortalità e sequele a distanza. In letteratura si è assistito a un aumento di segnalazioni di un uso efficace della terapia trombolitica in pazienti pediatrici, soprattutto adolescenti. In questo articolo, a partire da tre casi clinici, si propongono alcune riflessioni sulla possibilità di estendere le terapie iperacute dello stroke anche alla popolazione pediatrica, suggerendo un elevato indice di sospetto clinico nei confronti dei cosidetti “stroke mimic”.
Pubblicato
https://www.medicoebambino.com/index.php?id=2203_153.pdf
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MedicoeBambino_2203_153.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 872.5 kB
Formato Adobe PDF
872.5 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11368/3026672
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact