Nei contesti sanitari nazionale ed internazionali si osserva oggi un aumento dell’attenzione e dell’interesse relativamente alle tematiche correlate alla sicurezza ed al miglioramento delle procedure diagnostico-terapeutiche adottate ed erogate in accordo ai più recenti indirizzi di buona pratica clinica e gestionale scientificamente riconosciuti. In questo contesto trovano fondamento le attività correlate alla Gestione del Rischio Clinico volte, da un lato, a ridurre i possibili eventi avversi a carico dei degenti, dall’altro, ad ottimizzare le risorse umane, gestionali, economiche. Speciale rilievo assumono lo studio e la valutazione della documentazione sanitaria e della Cartella Clinica in particolare cui è possibile attribuire sia finalità in ambito sanitario (qualità delle prestazioni offerte), sia giuridico (profili di responsabilità correlati). All’interno dell’Azienda Ospedaliero Universitaria - Ospedali Riuniti di Trieste, accreditata dalla Joint Commission International sin dal 2008, l’attività di valutazione delle Cartelle Cliniche si è oramai ufficialmente inserita come procedura, prevista da specifiche disposizioni normative e di accreditamento, da eseguire periodicamente nel contesto della valutazione degli indicatori di performance e di miglioramento previsti. Vengono presentati i risultati della valutazione della corrispondenza a procedure di buona pratica clinica, ricavati dall’esame di 2840 Cartelle Cliniche nell’arco del triennio 2010-2013. L’esperienza maturata in tale contesto ha consentito nel tempo di confrontare i dati analizzati anno dopo anno, di cogliere le criticità emergenti proponendo e attuando ipotesi di soluzione e di consolidare i settori di eccellenza, riconoscendo, nel tempo, un sensibile miglioramento distribuito con una certa uniformità nei diversi ambiti valutativi. In conclusione, l’attività svolta risulta di importanza strategica quale fonte di dati ed informazioni caratterizzanti la qualità delle prestazioni assistenziali e l’adesione a standard di buona pratica clinica fornite dall’Azienda e dagli operatori cui viene affidata la Salute dei pazienti.

Le "Accountability Measures " in ambito medico legale. La Cartella Clinica.

SCORRETTI, CARLO;SANTANGELO, ELIO;PERULLI, ALFREDO;CENTONZE, SANDRO
2014

Abstract

Nei contesti sanitari nazionale ed internazionali si osserva oggi un aumento dell’attenzione e dell’interesse relativamente alle tematiche correlate alla sicurezza ed al miglioramento delle procedure diagnostico-terapeutiche adottate ed erogate in accordo ai più recenti indirizzi di buona pratica clinica e gestionale scientificamente riconosciuti. In questo contesto trovano fondamento le attività correlate alla Gestione del Rischio Clinico volte, da un lato, a ridurre i possibili eventi avversi a carico dei degenti, dall’altro, ad ottimizzare le risorse umane, gestionali, economiche. Speciale rilievo assumono lo studio e la valutazione della documentazione sanitaria e della Cartella Clinica in particolare cui è possibile attribuire sia finalità in ambito sanitario (qualità delle prestazioni offerte), sia giuridico (profili di responsabilità correlati). All’interno dell’Azienda Ospedaliero Universitaria - Ospedali Riuniti di Trieste, accreditata dalla Joint Commission International sin dal 2008, l’attività di valutazione delle Cartelle Cliniche si è oramai ufficialmente inserita come procedura, prevista da specifiche disposizioni normative e di accreditamento, da eseguire periodicamente nel contesto della valutazione degli indicatori di performance e di miglioramento previsti. Vengono presentati i risultati della valutazione della corrispondenza a procedure di buona pratica clinica, ricavati dall’esame di 2840 Cartelle Cliniche nell’arco del triennio 2010-2013. L’esperienza maturata in tale contesto ha consentito nel tempo di confrontare i dati analizzati anno dopo anno, di cogliere le criticità emergenti proponendo e attuando ipotesi di soluzione e di consolidare i settori di eccellenza, riconoscendo, nel tempo, un sensibile miglioramento distribuito con una certa uniformità nei diversi ambiti valutativi. In conclusione, l’attività svolta risulta di importanza strategica quale fonte di dati ed informazioni caratterizzanti la qualità delle prestazioni assistenziali e l’adesione a standard di buona pratica clinica fornite dall’Azienda e dagli operatori cui viene affidata la Salute dei pazienti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2754559
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact