La gestione delle emergenze ambientali richiede tempi rapidi di risposta ed un utilizzo efficiente delle risorse. E’ necessario poter disporre di una risposta efficace, mediante invio di messaggi di allerta integrati da un'informazione accurata relativa alla georeferenziazione dell’evento. Lo schema generale per la risposta ad una situazione di rischio necessita della conoscenza del fenomeno, di un monitoraggio ambientale, di un allarme rapido dei servizi, di tempi brevi di intervento e di un impiego ottimale delle risorse. I servizi di polizia e di gestione delle emergenze devono avere una conoscenza affidabile della localizzazione a cui inviare le squadre di soccorso, in modo da poterle coordinare efficacemente. Cio’ diventa particolarmente critico quando le infrastrutture tradizionali non sono operative a causa delle condizioni di emergenza stesse (ad es. in caso di alluvioni, terremoti, frane, versamenti di olii e combustibili, operazioni di intervento umanitarie). In questo lavoro si intende dare un contributo alla prevenzione ed alla gestione dei disastri ambientali, mediante l’analisi dei parametri relativi all’identificazione ed alla georeferenziazione di diverse tipologie di emergenze naturali ed antropiche. A tal fine e’ stato analizzato il formato CAP (Common Alerting Protocol) versione 1.2, implementato dall’Oasis, USA, che fornisce una struttura di messaggi di allerta che possono essere inviati simultaneamente a diversi sistemi di gestione delle emergenze, semplificando le operazioni richieste alle squadre operative coinvolte nelle operazioni di soccorso. Vengono analizzati anche i sistemi di trasmissione dei messaggi di allerta inclusa la possibilita’ di utilizzare il SIS (Signal In Space) di EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay System). L‘obiettivo finale di questa ricerca e’ l’estrazione e la visualizzazione in tempo reale dell’informazione su un dispositivo mobile (PDA, cellulare).

Analisi e trasmissione di Messaggi di Allerta per la Gestione delle Emergenze Ambientali

CEFALO, RAFFAELA;PAPARINI, CLAUDIA
2013

Abstract

La gestione delle emergenze ambientali richiede tempi rapidi di risposta ed un utilizzo efficiente delle risorse. E’ necessario poter disporre di una risposta efficace, mediante invio di messaggi di allerta integrati da un'informazione accurata relativa alla georeferenziazione dell’evento. Lo schema generale per la risposta ad una situazione di rischio necessita della conoscenza del fenomeno, di un monitoraggio ambientale, di un allarme rapido dei servizi, di tempi brevi di intervento e di un impiego ottimale delle risorse. I servizi di polizia e di gestione delle emergenze devono avere una conoscenza affidabile della localizzazione a cui inviare le squadre di soccorso, in modo da poterle coordinare efficacemente. Cio’ diventa particolarmente critico quando le infrastrutture tradizionali non sono operative a causa delle condizioni di emergenza stesse (ad es. in caso di alluvioni, terremoti, frane, versamenti di olii e combustibili, operazioni di intervento umanitarie). In questo lavoro si intende dare un contributo alla prevenzione ed alla gestione dei disastri ambientali, mediante l’analisi dei parametri relativi all’identificazione ed alla georeferenziazione di diverse tipologie di emergenze naturali ed antropiche. A tal fine e’ stato analizzato il formato CAP (Common Alerting Protocol) versione 1.2, implementato dall’Oasis, USA, che fornisce una struttura di messaggi di allerta che possono essere inviati simultaneamente a diversi sistemi di gestione delle emergenze, semplificando le operazioni richieste alle squadre operative coinvolte nelle operazioni di soccorso. Vengono analizzati anche i sistemi di trasmissione dei messaggi di allerta inclusa la possibilita’ di utilizzare il SIS (Signal In Space) di EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay System). L‘obiettivo finale di questa ricerca e’ l’estrazione e la visualizzazione in tempo reale dell’informazione su un dispositivo mobile (PDA, cellulare).
http://issuu.com/geomedia/docs/geomedia_5_2013_issuu
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2758553
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact