Il commercio internazionale è nel corso degli anni divenuto sempre più indispensabile per i grandi paesi produttori di vino, che vedono ormai nell’export la possibilità di vendere una quota della loro produzione che tendenzialmente supera la domanda interna, la quale invece appare in calo nei paesi con consolidata tradizione produttiva. I paesi di maggior interesse risultano essere ovviamente paesi ad elevato PIL pro capite, in fase di crescita economica e demograficamente rilevanti, tali da rappresentare potenziali mercati per lo sviluppo dell’export. Tra questi vanno segnalati i cosiddetti BRIC, ovvero Brasile, Russia, India e Cina, che presentano alcuni tratti comuni, ma ovviamente anche problematiche specifiche legate alle peculiarità del singolo paese o anche di aree sub-nazionali, vista la loro rilevante eterogeneità socio-economica e culturale interna. Gli elementi pocanzi indicati evidenziano però la necessità per i produttori vinicoli di elaborare una strategia competitiva innovativa che possa permettere di penetrare efficacemente questi nuovi mercati; in tale senso appare necessario ricorrere ad approcci innovativi di marketing del vino. Per i produttori italiani di vino l’individuazione di nuovi clienti in nuovi mercati geografici può rappresentare un interessante percorso di innovazione e sviluppo aziendale. In questa prospettiva, nel presente capitolo si analizzano le potenzialità e le criticità del mercato indiano del vino, un mercato ancora giovane che, pur di fronte a diversi ostacoli di tipo culturale, religioso, legislativo e tariffario, sta manifestando segnali, a volte contraddittori, di interesse e di crescita. Il presente capitolo ha l’obiettivo di esplorare le prospettive e le criticità del vino italiano in un mercato emergente come quello indiano che, pur presentando tratti di grande interesse per gli operatori, è ancora caratterizzato da notevole incertezza sulle potenzialità di sviluppo. Dal punto di vista metodologico, dopo un sintetico inquadramento del mercato, basato sull’analisi di dati secondari e dei recenti contributi accademici9, si propongono i risultati di una ricerca qualitativa, realizzata, con finalità esplorative attraverso interviste a diversi operatori del settore.

Nuovi clienti in nuovi mercati: il vino italiano in India

DE LUCA, PATRIZIA;GALLENTI, GIANLUIGI;
2015

Abstract

Il commercio internazionale è nel corso degli anni divenuto sempre più indispensabile per i grandi paesi produttori di vino, che vedono ormai nell’export la possibilità di vendere una quota della loro produzione che tendenzialmente supera la domanda interna, la quale invece appare in calo nei paesi con consolidata tradizione produttiva. I paesi di maggior interesse risultano essere ovviamente paesi ad elevato PIL pro capite, in fase di crescita economica e demograficamente rilevanti, tali da rappresentare potenziali mercati per lo sviluppo dell’export. Tra questi vanno segnalati i cosiddetti BRIC, ovvero Brasile, Russia, India e Cina, che presentano alcuni tratti comuni, ma ovviamente anche problematiche specifiche legate alle peculiarità del singolo paese o anche di aree sub-nazionali, vista la loro rilevante eterogeneità socio-economica e culturale interna. Gli elementi pocanzi indicati evidenziano però la necessità per i produttori vinicoli di elaborare una strategia competitiva innovativa che possa permettere di penetrare efficacemente questi nuovi mercati; in tale senso appare necessario ricorrere ad approcci innovativi di marketing del vino. Per i produttori italiani di vino l’individuazione di nuovi clienti in nuovi mercati geografici può rappresentare un interessante percorso di innovazione e sviluppo aziendale. In questa prospettiva, nel presente capitolo si analizzano le potenzialità e le criticità del mercato indiano del vino, un mercato ancora giovane che, pur di fronte a diversi ostacoli di tipo culturale, religioso, legislativo e tariffario, sta manifestando segnali, a volte contraddittori, di interesse e di crescita. Il presente capitolo ha l’obiettivo di esplorare le prospettive e le criticità del vino italiano in un mercato emergente come quello indiano che, pur presentando tratti di grande interesse per gli operatori, è ancora caratterizzato da notevole incertezza sulle potenzialità di sviluppo. Dal punto di vista metodologico, dopo un sintetico inquadramento del mercato, basato sull’analisi di dati secondari e dei recenti contributi accademici9, si propongono i risultati di una ricerca qualitativa, realizzata, con finalità esplorative attraverso interviste a diversi operatori del settore.
9788883036644
9788883036651
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
4_DeLuca_Innovazione.pdf

accesso aperto

Descrizione: Capitolo con ricerca empirica su vino italiano in India
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 154.24 kB
Formato Adobe PDF
154.24 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2844272
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact