La presente indagine muove da una premessa storica sul difficile percorso di riconoscimento costituzionale dei diritti riguardanti tali gruppi per giungere all’esame dei disposti contemplati nel testo boliviano vigente dal 2009, che danno vita a uno Stato plurinazionale e interculturale. Il processo di decolonizzazione e di desubalternizzazione che l’ordinamento così sostiene è implementato dalle disposizioni sullo statuto dei popoli autoctoni e, quali elementi essenziali per il mantenimento e la promozione dei loro valori e della loro cultura, dal riconoscimento della costumbre e dall’immissione della giustizia ctonia nell’alveo del potere giudiziario. L’analisi si intende soffermare su quest’ultimo profilo per testare la solidità del nuovo impianto, segnalando alcuni aspetti critici insiti nella Ley de Deslinde Jurisdiccional nr. 073 del 29 dicembre 2010 di disciplina dei rapporti fra autorità giudiziarie indigene e le altre giurisdizioni. Al contempo, si vuole mettere in luce la pratica interculturale adottata dal Tribunal Constitucional Plurinacional nell’esercizio delle funzioni che vanno a incidere nella sfera dell’autoctonia e il ruolo ricoperto dal giudice delle leggi nell’ambito dello Stato plurinazionale e interculturale.

Lo statuto costituzionale dei popoli autoctoni in Bolivia con particolare riguardo alla giustizia indigena

BALDIN, SERENA
2015

Abstract

La presente indagine muove da una premessa storica sul difficile percorso di riconoscimento costituzionale dei diritti riguardanti tali gruppi per giungere all’esame dei disposti contemplati nel testo boliviano vigente dal 2009, che danno vita a uno Stato plurinazionale e interculturale. Il processo di decolonizzazione e di desubalternizzazione che l’ordinamento così sostiene è implementato dalle disposizioni sullo statuto dei popoli autoctoni e, quali elementi essenziali per il mantenimento e la promozione dei loro valori e della loro cultura, dal riconoscimento della costumbre e dall’immissione della giustizia ctonia nell’alveo del potere giudiziario. L’analisi si intende soffermare su quest’ultimo profilo per testare la solidità del nuovo impianto, segnalando alcuni aspetti critici insiti nella Ley de Deslinde Jurisdiccional nr. 073 del 29 dicembre 2010 di disciplina dei rapporti fra autorità giudiziarie indigene e le altre giurisdizioni. Al contempo, si vuole mettere in luce la pratica interculturale adottata dal Tribunal Constitucional Plurinacional nell’esercizio delle funzioni che vanno a incidere nella sfera dell’autoctonia e il ruolo ricoperto dal giudice delle leggi nell’ambito dello Stato plurinazionale e interculturale.
http://federalismi.it/nv14/articolo-documento.cfm?Artid=31016&content=Lo+statuto+costituzionale+dei+popoli+autoctoni+in+Bolivia+con+particolare+riguardo+alla+giustizia+indigena&content_author=%3Cb%3ESerena+Baldin%3C/b%3E
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lo statuto costituzionale dei popoli autoctoni in Bolivia con particolare riguardo alla giustizia indigena.pdf

non disponibili

Descrizione: pdf editoriale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 578.17 kB
Formato Adobe PDF
578.17 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2854912
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact