L'autore analizza la sentenza della Corte costituzionale n. 273 del 2014, con cui è stata dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 516 c.p.p., nella parte in cui non prevede la facoltà dell'imputato di chiedere il giudizio abbreviato in relazione al fatto diverso "fisiologicamente" emerso nel corso dell'istruzione dibattimentale.

L'imputato può chiedere il giudizio abbreviato anche dopo la modifica 'fisiologica' dell'imputazione: la fine del 'binomio indissolubile' fra premialità e deflazione

CABIALE, ANDREA
2014

Abstract

L'autore analizza la sentenza della Corte costituzionale n. 273 del 2014, con cui è stata dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 516 c.p.p., nella parte in cui non prevede la facoltà dell'imputato di chiedere il giudizio abbreviato in relazione al fatto diverso "fisiologicamente" emerso nel corso dell'istruzione dibattimentale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2866786
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact