L'articolo si occupa di Theodor Daeubler (1876-1934), autore di lingua tedesca nato e vissuto fino alla giovinezza a Trieste. I temi trattati riguardano il concetto di lingua in Daeubler, i suoi legami con l'Impressionismo e con il Futurismo nonché l'impiego della lingua nelle sue opere e, in particolare, nell'"Aurora boreale", poema di 30.000 versi, di assai ardua lettura e interpretazione, tanto che Daeubler stesso ne scrisse una "autointerpretazione". Si offre inoltre una sintesi dei rapporti tra l'autore, Carl Schmitt e Franz Blei.

Theodor Daeubler - Un autore triestino e tedesco tra genialità ed eclettismo

REGA, LORENZA
2015

Abstract

L'articolo si occupa di Theodor Daeubler (1876-1934), autore di lingua tedesca nato e vissuto fino alla giovinezza a Trieste. I temi trattati riguardano il concetto di lingua in Daeubler, i suoi legami con l'Impressionismo e con il Futurismo nonché l'impiego della lingua nelle sue opere e, in particolare, nell'"Aurora boreale", poema di 30.000 versi, di assai ardua lettura e interpretazione, tanto che Daeubler stesso ne scrisse una "autointerpretazione". Si offre inoltre una sintesi dei rapporti tra l'autore, Carl Schmitt e Franz Blei.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ATr 2015 - Rega corretto.pdf

non disponibili

Tipologia: Bozza finale post-referaggio (post-print)
Licenza: Digital Rights Management non definito
Dimensione 766.22 kB
Formato Adobe PDF
766.22 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2896284
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact