La questione della felicità sta al centro della narrazione che fin dagli inizi la rivoluzione francese produce su se stessa. La promessa e la speranza di felicità sono ingredienti fondamentali della sua capacità di riaccendere speranze millenaristiche e del suo presentarsi ed essere vissuta come “buona novella”. La rivoluzione francese lascia in eredità al XIX e al XX secolo un’idea nuova di felicità: una felicità suscitata e costruita politicamente per via rivoluzionaria. È questa la novità evocata da Saint-Just nella celebre frase del 3 marzo 1794 (“Le bonheur est une idée neuve en Europe”).

Creare un uomo nuovo: la rivoluzione francese e la nuova idea di felicità.

VETTER, CESARE
2017

Abstract

La questione della felicità sta al centro della narrazione che fin dagli inizi la rivoluzione francese produce su se stessa. La promessa e la speranza di felicità sono ingredienti fondamentali della sua capacità di riaccendere speranze millenaristiche e del suo presentarsi ed essere vissuta come “buona novella”. La rivoluzione francese lascia in eredità al XIX e al XX secolo un’idea nuova di felicità: una felicità suscitata e costruita politicamente per via rivoluzionaria. È questa la novità evocata da Saint-Just nella celebre frase del 3 marzo 1794 (“Le bonheur est une idée neuve en Europe”).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Creare un uomo nuovo. La rivoluzione francese e la nuova idea di felicità..pdf

accesso aperto

Descrizione: articolo principale
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 82.58 kB
Formato Adobe PDF
82.58 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11368/2903849
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact