Cittadinanza e sicurezza. Fra diritti e solipsismo di massa